novita evidenza

Ufficiali Medici a scuola al Maria Vittoria per fronteggiare le emergenze ostetrico-ginecologiche sulle Unità Navali della Marina Militare

Nel mese di giugno si è svolto un progetto formativo gratuito, promosso dall’ASLTO2 e dall’Ispettorato di Sanità della Marina Militare: gli specialisti di Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale Maria Vittoria, diretta dal Dott. Flavio Armellino hanno formato gli Ufficiali Medici della Continua la Lettura »

cultura evidenza

DIAGNOSI DI IPERTENSIONE E RESPONSABILITÀ DELL’ATTO MEDICO

Di Mario Nejrotti Il fatto Qualche giorno fa una paziente, che si era recata al pronto soccorso di un ospedale cittadino per un malore notturno, è venuta a domandarmi di prescriverle l’ipotensivo che il collega del DEA le aveva consigliato. Continua la Lettura »

opinioni

UN GIUDIZIO DI RE SALOMONE

Di Mario Nejrotti Una mattina nella capitale, nel giorno della Giustizia che si amministrava alla corte di re Salomone, vennero un Medico e un Farmacista. Mentre aspettavano il momento del giudizio incominciarono a guardarsi in cagnesco e presto si misero Continua la Lettura »

farmaci evidenza

Questioni aperte sull’interruzione del warfarin e sulla “terapia ponte”

Nell’ambito della consulenza cardiologica per la valutazione dei pazienti cardiopatici e vasculopatici per l’idoneità ad interventi chirurgici e procedure diagnostiche invasive un ruolo importante è rappresentato dalla gestione perioperatoria di un’eventuale terapia anticoagulante in corso. Il giudizio dovrebbe sempre tenere Continua la Lettura »

dedalo evidenza

Tutto il mondo è paese, ma anche ogni paese è mondo

La salute in una città multiculturale: l’esempio di Torino 16 Giugno 2015 dalle 17.30 – 20.00 Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Torino, C.so Francia 8, Torino Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico Continua la Lettura »

No europeo a Stop Vivisection, ma con judicio.

ricerca evidenza

Di Luca Mario Nejrotti

È di giugno la notizia che l’Unione Europea rigettato l’ECI (Iniziativa dei Cittadini Europei) “Stop Vivisection”.
Un’ECI è uno strumento legislativo previsto dalla Commissione Europea, che permette ai cittadini (almeno un milione, appartenenti ad almeno 4 diversi Stati membri) di proporre interventi nelle aree in cui la Commissione ha giurisdizione.

Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • PDF

DENTRO LA BANCA DEL LATTE UMANO DONATO DI TORINO

dedalo evidenza

Di Nicola Ferraro
Si parla della Banca di Torino del latte umano donato per gli accordi internazionali siglati per condividere le sue conoscenze e la sua operatività (vedi). A volte se ne parla per incrementare la donazione della materia prima (vedi). Di sicuro questa istituzione in perfetto equilibrio tra sanità e assistenza è anche una capofila a livello normativo per l’intero Continente: grazie al suo impegno è stata varata una regolamentazione europea di questo settore che in alcune condizioni patologiche diventa strategico (vedi). Ma come funziona questa Banca del tutto particolare che gode di tanto credito a livello internazionale? A questa domanda risponde con un interessante articolo il collega Ernesto Bodini, pubblicato su www.ilmiogiornale.org (vedi).

Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • PDF

Ufficiali Medici a scuola al Maria Vittoria per fronteggiare le emergenze ostetrico-ginecologiche sulle Unità Navali della Marina Militare

novita evidenza

Nel mese di giugno si è svolto un progetto formativo gratuito, promosso dall’ASLTO2 e dall’Ispettorato di Sanità della Marina Militare: gli specialisti di Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale Maria Vittoria, diretta dal Dott. Flavio Armellino hanno formato gli Ufficiali Medici della Marina Militare per la corretta gestione delle emergenze ostetrico-ginecologiche a bordo delle Unità Navali Italiane.

Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • PDF

TRA DIABETE E OBESITÀ PUÒ VINCERE SEMPRE… LA VITA

dedalo

Di Nicola Ferraro
Il diabete è una patologia sempre più diffusa nel mondo ed è in gran parte legata ad abitudini di vita sbagliate che hanno una capacità di “contagio”…virale, come si dice oggi per commentare il successo clamoroso di un filmato pubblicato in Rete su “Youtube”. Popolazioni che hanno smesso da poco di correre il rischio di morire di fame all’improvviso sviluppano tutte le nostre malattie metaboliche: è il fascino irresistibile del “cibo spazzatura” e della pigrizia? Forse varrebbe la pena di studiare scientificamente questa tendenza prima di avventurarsi in tirate moralistiche per le quali tra l’altro ci scrive confessa molti e articolati “conflitti d’interesse” già esaminati in Emodinamica.
La capacità di recupero biologico assicurato alla nostra specie può però produrre effetti sorprendenti anche quando il diabete ci condiziona la vita, come testimonia questo articolo scritto dal collega Ernesto Bodini (vedi). In questo articolo (la presentazione di un libro) si racconta infatti la storia di una ragazza che scoprendosi diabetica diventa sportiva.
A volte il diabete può entrare in una storia clinica di obesità: una condizione patologica del metabolismo e molto spesso anche della vita sociale perché la dimensione del corpo umano può diventare oggetto di stigma e discriminazione.
La prima risorsa da mettere in campo in questo caso è la capacità di mettere in rete la sofferenza individuale perché emerga allo scoperto e possa diventare il motore in grado di produrre piccole-grandi rivoluzioni culturali e sociali.
Di questo parla un altro articolo del collega Bodini che ci presenta un’associazione molto attiva proprio in questo campo (vedi).

Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • PDF

“IL CUORE NELLE VARIE ETÀ DELLA VITA”

ricerca evidenza

Di Nicola Ferraro

Questo il titolo di un convegno che si terrà al Centro Congressi dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Torino il 10 settembre 2015 (VEDI).

Lo scopo del congresso, dedicato ai medici di medicina di base ed agli specialisti territoriali di tutte le branche, è quello di focalizzare le patologie che possono interessare il “cuore” dalla nascita alla vecchiaia. Già, il cuore; un groviglio di muscoli, cavità e vasi che già all’inizio della vita fetale si trasforma in pompa: una realizzazione biologica meravigliosa in grado di funzionare ininterrottamente per oltre 100 anni e di pompare mediamente nella vita 227 milioni di litri di sangue. Si pensi che un’autobotte con rimorchio trasporta circa 170 quintali di liquidi e che il sangue pompato in una vita occuperebbe quindi la capacità di oltre 13 mila autobotti.

Una macchina, come sarebbero tentati di dire i fisiologi, che merita rispetto, considerazione, attenzione e cura anche se, come affermano i bioingegneri il cuore non è una macchina perché non ne esiste una in grado di ripararsi da sola. Il cuore spesso ci riesce ma a volte il risultato è un compromesso che ne può penalizzare il funzionamento: come gli esiti di un infarto miocardico che producono una cicatrice di tessuto fibroso che non è più in grado di contrarsi.
Con la prevenzione molti infarti possono però non verificarsi e anche dopo un infarto la prevenzione può aiutare in modo determinante ad evitare un secondo guaio.

 

Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • PDF
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE