opinioni

VOGLIO UNA VITA SPERICOLATA: UNA VITA COME STEVE MCQUEEN

di Mario Nejrotti Gli addetti ai lavori sono certamente tutti d’accordo: fumare,bere alcol in quantità considerevole, avere un peso corporeo fuori controllo e essere sedentari,provocano,o,nella migliore delle ipotesi, aumentano il rischio di contrarre molte malattie e causare un numero impressionante Continua la Lettura »

prevenzione

LE CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE SULLA SICUREZZA STRADALE

Di Sara Boggio A prima vista sembra un fucile mitragliatore, ma a ben guardare non lo è: è un assemblaggio di portiere ammaccate e frammenti di motore. “Non la riconosci? È la tua auto”. Così dice la campagna per la Continua la Lettura »

art32

Consumo del suolo: allarme Coldiretti

Di Luca Mario Nejrotti Il 12 maggio è stato approvato alla Camera il testo del Disegno di legge: “Contenimento del consumo del suolo e riuso del suolo edificato” (2039) (vedi), dopo un iter cominciato sotto il Governo Letta, il 3 Continua la Lettura »

politica sanitaria evidenza

MENO DISUGUAGLIANZE SOCIALI NELLA MORTALITÀ: QUESTIONE DI NUMERI O DI FATTI?

A cura de Il Pensiero Scientifico Editore La disuguaglianza in ambito sociale o economico oggi ha un minor peso sulla mortalità,  almeno per quel che riguarda alcuni Paesi europei. Questo sembrerebbe concludere a una prima occhiata l’articolo apparso sul British Continua la Lettura »

opinioni

ILLUSIONE TERAPEUTICA: UN MALE PER MEDICI E PAZIENTI

Di Mario Nejrotti L’editoriale comparso il 15 aprile 2016 su AIFA a firma di Mario Milazzini e Luca Pani ripercorre la storia di un atteggiamento molto diffuso tra i medici, che è quello ben definito come “illusione terapeutica”. (vedi) Il Continua la Lettura »

Vaccini e sindrome da morte improvvisa del lattante (SIDS)

cronaca evidenza

La recente notizia data dai giornali sulla morte della bambina di due anni a seguito di una vaccinazione (vedi) riporta alla memoria un caso del 2013 in cui ci fu anche un pronunciamento del Tribunale di Pesaro (vedi) con una sentenza che riconosceva il nesso causale tra morte in culla (SIDS) e somministrazione del vaccino.

Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • PDF

VOGLIO UNA VITA SPERICOLATA: UNA VITA COME STEVE MCQUEEN

opinioni

di Mario Nejrotti

Gli addetti ai lavori sono certamente tutti d’accordo: fumare,bere alcol in quantità considerevole, avere un peso corporeo fuori controllo e essere sedentari,provocano,o,nella migliore delle ipotesi, aumentano il rischio di contrarre molte malattie e causare un numero impressionante di decessi ogni anno.

Anche la gente comune non può dire di non essere stata informata sulla possibilità di avere danni alla salute conseguenti a stili di vita scorretti.

Eppure il ragionamento al contrario, che non è mai troppo presto per applicare correttivi per salvaguardare e potenziare la propria salute, non è così scontato e soprattutto semplice da mettere in pratica.

La cultura diffusa, che associa in modo accondiscendente e positivo il fumo, le delizie della tavola, la pigrizia fisica, il consumo di alcol e droghe al piacere di vivere rende paradossalmente seducenti tutti questi fattori di rischio di malattia.

Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • PDF

PREVENIRE I TUMORI CAMMINANDO? SI PUÒ!

prevenzione

di Mario Nejrotti

“Cammina che ti passa!” Forse sarebbe meglio dire: “Cammina che non ti viene!”

In Italia, uno dei Paesi d’Europa con popolazione molto sedentaria, il 60% dichiara di non fare mai attività fisica e di passare la maggior parte del proprio tempo seduto, contro una media europea del 42 % e il primato svedese del 9%. (dati Eurobarometro, dalla prefazione UISP alle linee guida OMS sull’attività fisica).

Che l’attività fisica faccia bene è assodato. Tutti possiamo sperimentare la sensazione di benessere che proviamo dopo aver camminato in un parco o dopo una nuotata. È nota la sua influenza benefica sulle malattie cardiovascolari e sui livelli di glicemia, senza scordare la possibilità di mantenere un apparato muscolo scheletrico in buona efficienza fino a tarda età e godere di un umore migliore.

Recentemente però, una ricerca molto approfondita del National Cancer Institute statunitense, diretta da Steven Moore e pubblicata su Jama Internal Medicine  (vedi) ha confermato che, oltre a tutti questi benefici, un’attività fisica tra il moderato e il forte riesce anche ad abbattere del 20% in media il rischio di sviluppare almeno 13 tipi di tumore.

Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • PDF

Modello epigenetico di interpretazione del rapporto genoma ambiente e approccio PsicoNeuroEndocrinoImmunologico (PNEI) sulla salute:i risvolti medico legali

A cura delle Commissioni Salute e Sicurezza in ambienti di lavoro e di vita e della Commissione Gestione della Responsabilità Professionale e Rischio del contenzioso dell’OMCeO di Torino
15 giugno 2016 – Villa Raby – C.so Francia, 8
Accreditato ECM 5 Crediti
Scheda iscrizione


Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • PDF

LE CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE SULLA SICUREZZA STRADALE

prevenzione

Di Sara Boggio

A prima vista sembra un fucile mitragliatore, ma a ben guardare non lo è: è un assemblaggio di portiere ammaccate e frammenti di motore. “Non la riconosci? È la tua auto”. Così dice la campagna per la sicurezza stradale promossa dal comune di Firenze, e diffusa in questi giorni per le strade della città su grandi manifesti. Il senso è chiaro ma lo slogan che chiosa l’immagine ribadisce ulteriormente: “Alcol, droga, distrazione, velocità trasformano il tuo veicolo in un’arma che può uccidere. Dipende da te”.

Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • PDF
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE