LE CELLE DIMENTICATE

Luigi Manconi – Valentina Calderone

Quando hanno aperto la cella. Stefano Cucchi e gli altri. Il Saggiatore, pp. 243, euro 19.
Il titolo di un libro che vuole far ricordare, a forza e a fatica, le molte vite spezzate dal carcere.

Non è una fiction nè tanto meno uno slogan politico. E’ invece  il titolo di un libro che vuole far ricordare, a forza e a fatica, le molte vite spezzate dal carcere, che come scrive Gustavo Zagrebelsky, che  firma la prefazione,  è un mosaico doloroso che non fa opinione pubblica.

vite spezzate del carcere

Di certo libro di Luigi Manconi e Valentina Calderone è una provocazione prima etica e poi politica poichè «un uomo che muore in carcere è il più evidente degli scandali di uno Stato di diritto».

Luigi Manconi, sociologo e presidente dell´associazione “A buon diritto“, e Valentina Calderone, ricercatrice dell´associazione e coordinatrice dei siti Innocentievasioni.net e Italiarazzismo.it, raccontano tutto questo nell´unico modo che consente di afferrare e non dimenticare mai più cosa significhi «entrare in un carcere per non uscirne vivi». Scoperchiando, con la crudezza, l´asciuttezza e il dettaglio della migliore cronaca, il nostro sarcofago della rimozione, documentando «tredici storie come tante» che custodisce. (REPUBBLICA 26 MAG11 pg 26).