TRATTAMENTO DELLA MALNUTRIZIONE ACUTA NEI PAESI A BASSO REDDITO. APPLICAZIONE DI BUONE PRASSI E VALUTAZIONE DEGLI INTERVENTI

Di Nicola Ferraro

Questo il titolo di un importante e interessante corso di formazione organizzato da NutriAid che si tiene a Torino (vedi), della durata di 20 ore, suddivise in tre giornate, rivolto a medici, farmacisti, infermieri, ostetrica/o, assistenti sanitari, dietisti, infermieri pediatrici e in generale a tutte le categorie sanitarie.

I posti disponibili sono 35 ed il corso è organizzato in lezioni frontali (12h) associate a prova pratica (8h) Il corso è articolato in tre sessioni: politiche e programmi in ambito nutrizionale; prevenzione e trattamento della malnutrizione acuta; monitoraggio e valutazione degli interventi di lotta contro la malnutrizione.

Da molti anni NUTRIAID (vedi) è impegnata in progetti di lotta contro la malnutrizione infantile in Africa. Dopo l’iniziale esperienza in Ruanda, le iniziative si sono estese in altri Paesi, tra cui Repubblica Democratica del Congo, Senegal, Madagascar e Somalia. Decisivo è stato l’apporto del gruppo di medici fondatori volontari, che ha creato la struttura attraverso cui NutriAid opera. Oggi, oltre a mantenere quanto già in essere, è emersa la necessità di formare operatori che, in modo qualificato e in linea con le indicazioni internazionali, implementino future iniziative dell’organizzazione.

Sulla base di tali premesse, NutriAid propone un Corso che rappresenta la sintesi di quanto oggi è necessario conoscere sul tema malnutrizione. Le buone pratiche, suggerite da WHO e da Enti/Organizzazioni che operano nel settore, sono il frutto di esperienze più che ventennali; vengono raccomandate perché efficaci, appropriate e sostenibili soprattutto nei Paesi dove il peso della povertà sembra precludere ogni iniziativa.

Il volontario o lo studente intenzionato a offrire il proprio contributo, oltre ai protocolli di cura, deve conoscere come muoversi all’interno della struttura organizzativa deputata alla Presa in Carico della Malnutrizione Acuta (PCMA), quali sono gli attori che vi operano e quale il loro ruolo, quali risorse materiali sono a disposizione e come vanno utilizzate, quali le strategie per migliorare e monitorare il percorso che porta al completo recupero del bambino. Si tratta di un contesto completamente differente da quello che ci è famigliare; è indispensabile conoscerlo affinché, liberi da pregiudizi e motivati a fare, si possa fornire un appropriato, ampio e rilevante contributo per la lotta alla malnutrizione infantile.