CINEMA: CROCEVIA DI SGUARDI XI EDIZIONE – DAL 1 OTTOBRE AL 12 NOVEMBRE

Di Luca Mario Nejrotti

La rassegna Crocevia di Sguardi, promossa dal FIERI (Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’Immigrazione, vedi), giunge alla sua undicesima edizione sempre legata all’attualità di un fenomeno che si sviluppa e c’interessa anche e soprattutto al di là dei riflettori dei media. Il programma di quest’anno si sviluppa intorno al tema delle presenze e delle assenze. I numerosi documentari (vedi) “mostrano come la migrazione produca contatti tra persone con bisogni, immaginari e posizioni sociali distanti; le persone escono profondamente modificate da questi incontri”.

(135_15)_Nejrotti_001Punti di vista.
Il programma è molto denso e ha il pregio di proporre molteplici punti di vista, come innumerevoli sono le esperienze legate all’immigrazione.
Si parte con le storie dei senza tetto e degli operatori d’assistenza di un ricovero di Losanna per proseguire con la storia particolare di migliaia di contadini deportati in una città, in Cina, per sottostare a un piano statale di modernizzazione della regione di Ordos.
Si resta in Cina, quest’anno paese ospite, per seguire le storie di tre imprenditori italiani, per tornare poi in Italia, vista con gli occhi di una famiglia di origini egiziane divisa tra il desiderio di tornare in patria e volontà di costruire una nuova vita nel paese ospite o addirittura d’origine nel caso dei figli, nati entrambi qui.
Il mondo dell’accoglienza ai profughi in attesa di rimpatrio è raccontato da una storia ambientata in Svizzera, mentre un altro documentario racconta l’emigrazione vista con gli occhi di chi resta nel paese d’origine, aspettando il ritorno dei famigliari emigrati.
In ultimo, il racconto di una piccola comunità americana che vive all’ombra del muro che segna la frontiera con il Messico.

Il Workshop.
In una giornata sarà dedicata al laboratorio dal titolo “Il racconto e l’impegno civile”, il regista Angelo Loy (vedi) racconterà ai giovani il suo cinema. Come si costruisce un percorso partecipato con il video? Quale è il rapporto tra documentazione, ricerca estetica e intervento sociale? Queste le tematiche attorno alle quali il regista discuterà “con studenti e appassionati ricostruendo un lungo percorso che lo ha portato dal lavoro con i ragazzi di strada a Nairobi, in Kenya, ai suoi più recenti progetti sulle realtà dell’immigrazione in Italia.”

Informazioni e contatti.
La rassegna proseguirà fino al 12 novembre 2015 presso il cinema Teatro Baretti, di Via Baretti 4, Il Piccolo Cinema, via Cavagnolo 7, Cecchi Point, Via Antonio Cecchi 17, Bagni Pubblici di Via Agliè, Via Agliè 9. Inizio ore 21.00. INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI Tutti i film verranno proiettati in lingua originale con sottotitoli italiani.

Fonti:
http://croceviadisguardi.fieri.it/
http://www.italiandoc.it/area/public/wid/CEU/scheda.htm