LE OPPORTUNITÀ AGEVOLATIVE RIVOLTE AL MEDICO E ALL’ODONTOIATRA

A cura della CAO provinciale di Torino
Il 16 aprile prossimo, presso la sala conferenze dell’Ordine Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Torino si terrà un seminario sulle “Opportunità Agevolative rivolte al Medico Odontoiatra”: un’importante novità nel novero delle tematiche oggetto della formazione indirizzata a medici.
Per “Opportunità Agevolative” si intende l’esistenza spesso poco conosciuta di quel complesso di contributi, agevolazioni, finanziamenti e norme diverse, favorevoli all’impresa e alla professione.
Questo seminario, tenuto dalla Lum School of Management dell’Università Lum Jean Monnet (vedi), è stato fortemente voluto dal dott. Gianluigi D’Agostino Presidente dell’Albo Odontoiatri dell’Ordine della provincia di Torino e dal prof. Francesco Albergo, Direttore Operativo della Lum e docente di Risk Management e controllo delle aziende sanitarie presso la stessa Università. Il seminario sarà tenuto dal Dott. Vittorio Basta, Dottore Commercialista Financial Business Advisor e docente Lum School of Management.
Il seminario si tiene per offrire importanti informazioni e indicazioni, finalizzate a sfruttare opportunità finanziarie rivolte al mondo sanitario, spesso sconosciute come strumento da utilizzare. Infatti, di fronte al vasto panorama delle agevolazioni, il mondo delle imprese dei professionisti e dei loro consulenti, si trova frequentemente in difficoltà per mancanza di una visione organica della realtà normativa. Più in particolare è opinione diffusa che, nel corollario delle opportunità agevolative in start-up, il settore sanitario sia escluso da qualsiasi aiuto pubblico e ciò è sbagliato.
Le iniziative ammissibili per il settore sanitario che saranno oggetto di trattazione per la Regione Piemonte possono così distinguersi in:

  • Regione Piemonte – Piano Straordinario per l’occupazione – Misura 1.6 – Microcredito;
  • Regione Piemonte – Legge regionale n. 12/04 – Fondo di Garanzia femminile e giovanile rivolto ad imprese operanti anche in ambito sanitario.

A livello Nazionale è di recentissimo avvio (13-01-2016) il nuovo start-up denominato “Nuove Imprese a Tasso zero” (vedi) rivolto alle PMI (Piccole Medie Imprese, vedi) costituite in società da giovani di età 18-35. Lo strumento è promosso da Invitalia Spa – disciplinato dal D.Lgs. 185/2000 Titolo I, e consente di avere a tasso zero finanziamenti fino a 1.500.000,00 di €, comprendo il 75% dell’investimento richiesto.
Inoltre sono in corso di riattivazione strumenti agevolativi, sempre promossi da Invitalia Spa (ad oggi momentaneamente sospesi) rivolti all’autoimpiego, che grazie ad un Fondo di Garanzia (SELFIE employement, vedi) permetteranno a professionisti e imprese di nuova costituzione progetti in start-up godendo di contributi a fondo perduto sull’investimento e spese di esercizio.
In ultimo verranno approfondite le novità disposte dalla nuovissima Legge di Stabilità 2016 rivolte anche al settore sanitario dove infatti è prevista:

  • una migliore deducibilità per imprese e professionisti (maxi ammortamento 140%) dei costi di ammortamento di beni strumentali;
  • la possibilità per i liberi professionisti di accedere ai fondi strutturali FSE (Fondo Sociale Europeo, vedi e FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, vedi).

Infatti in conformità alla normativa comunitaria dal quest’anno i professionisti sono equiparati alle PMI in quanto esercenti attività economica, e diventano quindi a tutti gli effetti destinatari dei Fondi europei stanziati fino al 2020.
Si apre quindi la possibilità di concorrere a oltre 31 miliardi di € di risorse comunitarie, a cui si aggiunge la quota di cofinanziamento nazionale e a carico delle Regioni.