Educazione alimentare: dai cartoni della pizza il sostegno ai bambini del Rione Sanità di Napoli

Condividi sui Social

Di Luca Mario Nejrotti

L’associazione napoletana “Casa dei Cristallini” è riuscita a mettere in atto una forma originale di finanziamento delle proprie attività con i minori attraverso l’uso dei disegni dei bambini sui cartoni della pizza di 30 artigiani in tutta Italia.

Educazione alimentare e… artistica.
L’idea nasce dal laboratorio “Magnà”, un’occasione di approfondimento e di educazione alimentare tenuto dall’Associazione “Casa dei Cristallini” (vedi).
Dal 2002, l’Associazione si occupa di bambini e famiglie del Rione Sanità a Napoli.
L’idea innovativa è stata quella di far conoscere ai bambini la storia dei prodotti alimentari attraverso il disegno.
Il laboratorio è stato ideato da Assunta D’Urzo e Mary Cinque: consiste nel preparare merende a base di prodotti freschi, tipici della tradizione locale, ma anche semplicemente più sani e nutrienti delle merende confezionate. Il processo di apprendimento prevede di disegnare tutte le fasi della storia del prodotto, dalla sua produzione fino alla tavola. In questo modo divertente e coinvolgente, i bambini fanno propri i diversi alimenti e imparano facilmente a conoscerli e riconoscerli.
 
Giovani designer.
I risultati sono stati talmente buoni da suggerire agli organizzatori, e in particolare alla giornalista enogastronomica Monica Piscitelli, a Walter Medolla e alla designer Ilaria Grimaldi,  l’idea di creare un vero e proprio laboratorio di design destinato alla creazione di prodotti per la ristorazione e, per cominciare, di proporre le piccole opere dedicate alla pizza a una ditta di imballaggi per alimenti, l’Inpact (vedi), che ha realizzato originali contenitori che sono stati poi adottati da circa 30 artigiani pizzaioli in tutta Italia.

Autofinanziamento.
Ovviamente il maggior numero di Pizzaioli “Magna’nimi” lavora in Napoli e Provincia, ma tra le pizzerie coinvolte se ne trovano anche a Como, Milano, Verona, Udine, Trieste, Bologna, Modena, Prato. Questi i nomi dei maestri pizzaioli: Corrado Scaglione, Valentino Libro, Salvatore Santucci, Luca Di Massa, Nicola Taglialatela, Guglielmo Vuolo, Antonio Starita, Diego Vitagliano, Gianfranco Iervolino, Marco Basile, Biagio Passaro, Ciro Coppola, Peppe Guardascione, Peppe Starita, Riccardo Cortese, Giulio Alberto Rega.
I proventi così ricavati saranno destinati al finanziamento delle attività dell’Associazione. L’iniziativa potrebbe fare nuovi proseliti, e trovare nuovi sostenitori quando sarà presentata, a fine ottobre, ad Host, (vedi), la Fiera di Milano su ospitalità e ristorazione.

Fonti.
https://it-it.facebook.com/lacasadeicristallini/
https://www.inpact.biz/it/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=65&Itemid=285
http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/cronaca/17_settembre_18/i-cartoni-pizze-disegnati-bambini-laboratorio-sanita-f5995f40-9c5f-11e7-85de-930379838927.shtml?refresh_ce-cp

Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • PDF