Depressione paterna: un altro fattore di rischio per la depressione dei figli adolescenti

Condividi sui Social

Di Luca Mario Nejrotti

Finora mancavano studi conclusivi in proposito, ma un recente studio (vedi) su un campione significativo di circa 13.000 famiglie, ha stabilito che non soltanto la depressione materna può influenzare lo sviluppo di patologie simili negli adolescenti: anche quella paterna.

Depressione adolescenziale.

La depressione inizia a manifestarsi in modo particolarmente significativo a partire dai 13 anni. Circa il 45% degli adulti affetti da questa patologia hanno sviluppato i primi disturbi durante l’adolescenza.

La depressione materna è considerato in modo conclamato un fattore di rischio per lo sviluppo della depressione adolescenziale. Al contrario, finora i dati sulla coincidenza di depressione paterna e sviluppo di disturbi in fase adolescenziale non erano conclusivi e non venivano presi in considerazione nei procedimenti preventivi.

Ciò sembra essere anche dovuto al fatto che spesso i padri sono più restii a segnalare la propria condizione e ancor meno a curarla.

La ricerca.

La ricerca è stata diretta dalla dott.ssa Gemma Lewis della Division of Psychiatry, Faculty of Brain Sciences, dell’University College di Londra.

Due grandi gruppi sono stati scelti in Irlanda e nel Regno Unito: 6070 famiglie nel primo caso e 7768 nel secondo. I sintomi depressivi dei genitori sono stati valutati e misurati quando i figli avevano raggiunto i 9 anni. Successivamente, l’eventuale incidenza di depressione adolescenziale è stata valutata tra i 13 e i 14 anni a seconda dei gruppi. Sono stati presi in considerazione anche tutti gli altri fattori, come la salute mentale dei genitori, l’abuso di alcol e le condizioni socioeconomiche della famiglia

Risultati.

Al termine dell’indagine non si è riscontrata nessuna differenza: l’influenza della depressione materna e di quella paterna sullo sviluppo della depressione adolescenziale sono assolutamente indipendenti e comparabili. Come ormai sembra assodato da altre ricerche che la figura paterna ricopra un ruolo fondamentale nella formazione del carattere, e di eventuali disturbi, dei figli (vedi).

Ciò comporta che entrambe le figure genitoriali debbano essere prese in considerazione nell’approntare strategie d’intervento che prevengano lo sviluppo della depressione negli adolescenti, mentre finora un malinteso comune voleva la madre come maggiore responsabile della salute mentale dei figli.

 

Fonti.

http://www.thelancet.com/journals/lanpsy/article/PIIS2215-0366(17)30408-X/fulltext

https://scienze.fanpage.it/la-depressione-si-trasmette-di-padre-in-figlio-come-e-perche/

Condividi, Stampa ed Invia ad un Amico
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites
  • PDF