Obamacare: odiata da tutti?

Di Luca Mario Nejrotti 

La riforma sanitaria dell’ex Presidente Obama ha sollevato accese polemiche sin dalla prima firma, ma quali sono state le ragioni di tanto dissenso?

Obamacare.

La controversia dura tutt’oggi (vedi): le statistiche mostrano un paese diviso a metà, con una leggerissima maggioranza a favore dell’“Affordable Care Act”, meglio conosciuto come Obamacare (vedi).

Il provvedimento, semplificando, garantiva una maggiore copertura assicurativa alla popolazione, attraverso incentivi e sussidi basati su una maggiore tassazione dei redditi più alti e, inoltre, il divieto per le compagnie di negare le assicurazioni a persone affette da determinate patologie.

Contrasto duraturo.

Presentato così, risulta difficile comprendere come vi possano essere persone contrarie, a parte tra i redditi più alti e tra le compagnie assicurative.

Eppure non è così: nel paese della libertà l’elemento più controverso della riforma, apparentemente, sono le penalità per chi non si procuri un’assicurazione sanitaria. Obbligare uno Statunitense a fare qualcosa, seppur nel suo interesse, non è mai cosa gradita.

Libertarismo.

Repubblicani, conservatori e libertari cavalcano tutti la stessa tigre: l’Obamacare è un’ingiustificata ingerenza nella libertà di cura dei cittadini. Anche se garantisse migliore qualità della vita e alla fine della fiera, maggiori risparmi.

Anche sul lato progressista, però, molti sono gli insoddisfatti che ritengono che la riforma non vada abbastanza in là nel promuovere un sistema sanitario veramente pubblico.

Tanta ignoranza.

Un altro dei problemi legati ai moltissimi oppositori dell’Obamacare sta nel fatto che poche persono sanno davvero che cosa sia e come funzioni.

Per esempio pochissimi sanno che la riforma ha permesso a circa 20 milioni di persone che prima ne erano prive, di avere un’assicurazione sanitaria. I premi assicurativi hanno raggiunto i minimi storici, eppure solo il 25% degli intervistati nel 2016 ne era al corrente. Addirittura il 21% era convinto che i premi fossero schizzati alle stelle.

Le fake news in proposito sono fioccate, con un enorme successo di popolo: dalle liste di morte per gli anziani, al microchip per tutti i malati, al licenziamento dei dipendenti obesi degli ospedali (vedi e vedi).

Del resto, la maggior parte della popolazione intervistata in un celebre sketch (vedi) ha dichiarato di odiare l’Obamacare ma di apprezzare l’Affordable Care Act: a riprova della scarsa consapevolezza generale della popolazione.

Fonti.

http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2017/05/04/obamacare-ecco-cos_aG9Ln6XNrgltJgNbWJ1ybJ.html

https://www.kff.org/health-reform/poll-finding/kaiser-health-tracking-poll-november-2017-the-politics-of-health-insurance-coverage-aca-open-enrollment/

https://www.npr.org/sections/health-shots/2017/12/13/570479181/why-do-so-many-people-hate-obamacare-so-much?utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter

https://www.npr.org/templates/story/story.php?storyId=129581493

https://www.theatlantic.com/health/archive/2013/12/27-of-surgeons-still-think-obamacare-has-death-panels/282534/

https://www.youtube.com/watch?v=sx2scvIFGjE