Osservatorio delle comunicazioni: la situazione Italiana

Di Luca Mario Nejrotti

Sono stati pubblicati dall’Osservatorio sulle comunicazioni i dati relativi all’uso che gli Italiani fanno di rete fissa e mobile, di Internet e dei social network.Tendenze confermate.

Il rapporto, pubblicato per conto dell’Agenzia delle Comunicazioni (vedi), conferma per la fine del 2017 le tendenze stabilitesi durante il primo semestre dell’anno (vedi).

Rete fissa.

Sempre più connessioni da rete fissa: infatti diminuiscono gli accessi a internet via DSL, ma solo perché aumentano quelli con tecnologie migliori, ad esempio la fibra ottica. La crescita non riguarda soltanto la fibra ottica tradizionale, quella che arriva solo fino alla cabina (FTTC, vedi) e poi sfrutta il doppino ritorto telefonico tradizionale, ma anche quella che raggiunge direttamente le abitazioni (FTTH).

Rete mobile.

Anche in questo settore l’incremento è sostanziale e vi si notano interessanti sviluppi: aumenta molto il traffico di dati e diminuiscono drasticamente gli SMS (-76% dal 2013).

L’operatore che copre la maggiore fetta di mercato è Wind Tre.

Accanto alle sim cosiddette human, si incrementano quelle per le macchine. Le SIM M2M (machine to machine, vedi) servono a mettere in comunicazione tra loro diversi dispositivi (come ad esempio i contatori dell’energia elettrica e le sedi distributrici centrali, ora anche a grande distanza potendo utilizzare la rete telefonica.

Stampa quotidiana e Social Network.

L’uso dei quotidiani, cartacei e digitali, continua a diminuire, mentre in un anno gli utenti di Google e Facebook aumentano con un incremento di oltre 2 milioni; mediamente la navigazione su Facebook, che è di gran lunga il social network più utilizzato dagli italiani, arriva a 27 ore mensili.

Analizzando l’audience dei Social Network, ad esclusione di Facebook che risulta nettamente quello più utilizzato dagli italiani con circa 25 milioni di utenti unici nel mese di giugno 2017, crescono comunque Istagram e Linkedin, ciascuno con poco più 4 milioni di utenti in più rispetto a giugno 2016.

 

Servizio postale.

L’ultima tendenza fotografata dal rapporto AGCM riguarda i servizi postali: i ricavi complessivi nel primo semestre del 2017 sono  aumentati  del 3,8%,  con  i  servizi  di  corriere  espresso  in  crescita  del 9,3% e quelli postali in flessione del 2,9%. I volumi dei servizi compresi nel sistema universale risultano in flessione del 13,4%, mentre gli invii di pacchi risultano in crescita del 10,0%.

 

Fonti.

http://www.cittadiniditwitter.it/news/la-fotografia-dellagcom-sul-rapporto-tra-italiani-internet-e-social-media/

https://www.agcom.it/documents/10179/8772724/Allegato+23-10-2017+1508758003745/34ae752c-79d3-46b9-9ee0-ac3aab1bd134?version=1.0

https://www.sostariffe.it/news/qual-e-la-differenza-tra-fttc-e-ftth-265106/

https://www.wired.it/internet/tlc/2015/05/29/significa-m2m/