Non usate le scatole di cartone come culle per bambini, avvertono gli esperti

Per la diminuzione delle morti in culla (SIDS) negli ultimi trent’anni dobbiamo ringraziare la ricerca basata sulle evidenze: i risultati di studi case-control raccolti a livello internazionale hanno gettato le basi per le raccomandazioni per il sonno sicuro dei neonati. Ultimamente sono sorte preoccupazioni, però, a causa di un’abitudine che si sta diffondendo tra i neogenitori, cioè quella di utilizzare le scatole di cartone come se fossero un’alternativa altrettanto sicura alle attrezzature tradizionali come culle, cesti e lettini, senza che ve ne sia alcuna evidenza empirica.

L’uso di scatole di cartone è nato dalla tradizione finlandese di fornire a tutte le donne incinte una scatola piena di oggetti basilari per la cura del bambino – incluso un materasso alla base della scatola per fornire un lettino di fortuna al neonato – come incentivo per avvicinarsi per tempo alle cure prenatali. Fin dal Secondo dopoguerra, per rispettare le privazioni subite dai finlandesi durante il conflitto, le future mamme hanno ricevuto dallo Stato questa fornitura come parte di un progetto più ampio che mirava a ridurre le disuguaglianze sanitarie. Qualsiasi governo od organizzazione di beneficenza che voglia fornire una scatola piena di oggetti (non sponsorizzati) per la cura del neonato è la benvenuta, ma questo fa sorgere tre preoccupazioni: la scarsità di prove empiriche che la scatola di cartone possa essere utilizzata in sicurezza (poiché non esistono evidenze che possa ridurre le morti per SIDS), la mancanza di norme di sicurezza che ne regolamentano la diffusione, e il fatto che l’utilizzo della scatola possa indebolire i messaggi veicolati dalle campagne informative per la sicurezza.

L’uso delle scatole di cartone in Finlandia fin dagli anni Trenta e i tassi di morti in culla relativamente bassi non sono una prova che le scatole riducano la SIDS. Infatti, nei Paesi vicini i tassi sono altrettanto bassi nonostante non vi sia diffuso l’uso delle scatole per neonati. I pochi studi case-control condotti in Finlandia non fanno menzione delle scatole, ma generalmente attribuiscono i bassi tassi di mortalità a “uno standard di vita più che soddisfacente, un buon livello di istruzione delle madri, i servizi per la salute della madre e del neonato ben organizzati, i rapidi passi avanti nella cura neonatale e ostetrica disponibili per tutti e su tutto il territorio”. Ci sono ben pochi dati pubblicati sulla frequenza con cui queste scatole vengono utilizzate per far dormire i bambini in Finlandia, o se il loro uso si limita ai sonnellini nel corso della giornata.

Di solito gli episodi di SIDS si verificano quando il bambino è da solo, quindi si raccomanda non soltanto che dorma di notte nella stanza in cui si trovano i genitori, ma che anche di giorno sia messo a riposare sempre in una stanza dove si trova anche un adulto. È importante considerare, inoltre, che le culle e i lettini permettono all’aria di passare e agli adulti di dare un’occhiata ai bambini pur essendo a una certa distanza, mentre le scatole impediscono entrambe le cose, e richiedono quindi un’attenzione particolare.

Bisogna anche notare che le scatole per neonati possono creare ulteriori problemi: alcune delle scatole possono chiudersi, sono potenzialmente infiammabili e, se poggiate sul pavimento, espongono il neonato ad allagamenti, animali e altri bambini. Se piazzate in posizione rialzata possono cadere o diventare un buon rifugio per il pisolino dei nostri animali da compagnia. Inoltre, mentre i materassi devono passare i controlli di legge, non esistono specifiche per una scatola standard per i neonati, quindi non si hanno dati sulla loro durata (specialmente se sporche o bagnate) o sulle indicazioni di utilizzo, come invece succede, per legge, con culle e lettini venduti regolarmente nei negozi, che devono essere obbligatoriamente etichettati dopo aver passato tutti i controlli di sicurezza.

In conclusione, gli studiosi auspicano ulteriori studi sull’appropriatezza dell’utilizzo delle scatole di cartone per neonati e, nel frattempo, raccomandano di non utilizzarle al posto di culle e lettini, al massimo come sostitute temporanee se proprio non abbiamo altro posto dove posizionarli per il sonnellino, e solo se la scatola è in condizioni accettabili di igiene e sicurezza.


Fonte