Comprendere l’impatto della diagnosi di cancro e del trattamento sulla vita quotidiana

Comprendere l’impatto della diagnosi di cancro e del trattamento sulla vita quotidiana

di Maria Rosa De Marchi 

La diagnosi di cancro è un evento stressante per i pazienti, famiglie e conoscenti, che possono arrivare a soffrire di ansia e depressione.

È possibile valutare in modo preciso l’impatto che ha la diagnosi di cancro e il successivo trattamento sulla vita dei pazienti nel breve, medio e lungo termine? Comprendere meglio questi dati potrebbe essere importante per ricavare indicazioni su misure di supporto, strutturate singolarmente per supportare al meglio pazienti, membri della famiglia e più in generale chi fa parte della sfera personale.

Questo è l’obiettivo dello studio HORIZON, il cui protocollo è stato recentemente pubblicato sul sito del British Medical Journal e che è disponibile consultando questo link.

Il campo di studio dei ricercatori dell’Università di Southampton (che lavorano con il supporto economico dell’associazione Macmillan Cancer Support) è focalizzato sul comprendere come la diagnosi di cancro e il trattamento che ne consegue influenzano le persone. In particolare, si vuole capire cosa viene percepito come importante nella vita quotidiana dalle persone che ricevono una diagnosi e come varia la percezione col passare del tempo.

Il disegno dello studio HORIZON

HORIZON è uno studio multicentrico, prospettico e di coorte che partirà a breve nel tentativo di rispondere a queste domande. I pazienti saranno arruolati grazie a team di supporto per il periodo dello studio e saranno invitati a compilare questionari di valutazione della qualità di vita, sintomi, stato di salute, efficacia delle cure, supporti esterni e stile di vita. Saranno raccolti anche dati clinici e i cambiamenti saranno monitorati nel corso del tempo.

I ricercatori ad oggi hanno raggiunto e superato gli obiettivi iniziali di reclutamento: da settembre 2016 a marzo 2019 sono stati reclutati 3.328 pazienti da 110 ospedali del Regno Uniti, di cui 1.396 con diagnosi di cancro al seno (con età inferiore a 50 anni), 700 con linfoma non Hodgkin e 1.232 con tumori di tipo ginecologico.

Gli obiettivi di HORIZON per i pazienti con tumore

Quali sono le esperienze personali dei pazienti e come gestiscono diagnosi e trattamento? A quali persone e risorse fanno affidamento? Questi sono alcuni interrogativi a cui si vuole rispondere con lo studio. I temi principali su cui investigherà lo studio sono gli elementi che determinano modi e tempi di recupero dal trattamento e la gestione di aspetti della vita quotidiana da parte dei pazienti prima, durante e dopo il trattamento.

Tra gli elementi presi in considerazione dallo studio vi saranno fattori preesistenti alla diagnosi, come età, sesso, condizioni socioeconomiche e comorbidità, inoltre saranno valutati i fattori insorti dopo la diagnosi, come sintomi fisici, problemi psicologici, implicazioni sociali come assenze forzate da lavoro, viaggi, impatto finanziario.

A questo link è possibile consultare il sito del progetto HORIZON.