anoressia

Anoressia nervosa: negli USA si testano gli allucinogeni

di Luca Mario Nejrotti

Anoressia nervosa: negli Stati Uniti sta per cominciare un trial clinico per tentare di curarla con la psilocibina.

Trip terapeutici.

La psilocibina è il principio attivo psichedelico dei funghi allucinogeni del genere Psilocybe. L’uso terapeutico degli allucinogeni è già in corso di valutazione su più fronti poiché ne è stato osservato accidentalmente un effetto nell’alleviare i sintomi della depressione, di alcune forme di dipendenza e dei disturbi ossessivo-compulsivi (vedi).

Nello specifico, i ricercatori della Johns Hopkins Psychedelic Research Unit (Stati Uniti), stanno per iniziare un trial clinico del composto su pazienti con forme croniche di anoressia nervosa, il disturbo psichiatrico con i più alti tassi di mortalità.

Psilocibina.

L’anno scorso la FDA ha concesso lo status di Breakthrough Therapy alla psicoterapia assistita dalla psilocibina per il trattamento della depressione grave resistente al trattamento farmacologico (vedi). La designazione è stata un passo avanti silenzioso ma straordinario nel legittimare il campo della scienza psichedelica.

La psilocibina è il principale composto psicoattivo presente in quelli che vengono comunemente chiamati “funghi magici”. Nel corpo umano il composto viene rapidamente convertito in psilocina, che successivamente genera gli effetti che alterano la mente del consumatore (vedi).

Anche se la fisiopatologia dell’anoressia nervosa rimane oscura, alcuni indizi suggeriscono che siano coinvolti i recettori della serotonina. La psilocina potrebbe avere effetti positivi su umore, qualità della vita, sintomi cognitivi e comportamentali della malattia poiché agisce proprio su questi recettori.

Inoltre, l’anoressia nervosa condivide alcuni tratti con disturbi d’ansia, da dipendenza e ossessivo-compulsivi, già trattati positivamente con la psilocibina.

Non è la prima volta che si testano composti psicoattivi contro i disturbi alimentari, ma il team della Johns Hopkins Psychedelic Research Unit punta molto sulla Psilocibina: in questo caso si comincerà con un test aperto, senza gruppo di controllo, a cui seguiranno gli esami più complessi., con il confronto con il gruppo che assumerà un placebo.

Ricerca sicura.

I ricercatori, avendo una solida esperienza nella somministrazione sicura della psilocibina in centinaia di volontari nei precedenti studi, garantiscono la sicurezza del trattamento.

La sperimentazione è solo nella prima fase di reclutamento e il team è attualmente alla ricerca di partecipanti. Questa sperimentazione di fase 1 sarà ridotta dal punto di vista del campione, pur durando da due a tre anni, principalmente a causa delle difficoltà nel trovare soggetti appropriati per partecipare.

Fonti.

https://www.sciencedaily.com/releases/2019/03/190318132628.htm

https://www.focus.it/scienza/salute/anoressia-nervosa-negli-usa-si-testa-la-carta-della-psilocibina

https://newatlas.com/science/human-trial-psilocybin-psychotherapy-anorexia-eating-disorders/