L’impatto di una dieta sana su salute e ambiente

di Luca Mario Nejrotti

Nell’adottare una dieta sana dovremmo anche tenere contro dell’impatto sull’ambiente.

Un sistema integrato e complesso.

Gli alimenti, e soprattutto la loro produzione e distribuzione hanno un impatto importante non solo sulla nostra salute immediata, ma anche sull’ambiente, e, in definitiva, anche sulla nostra salute globale a lungo termine.

Le scelte alimentari stanno cambiando a livello globale in modi che possono incidere negativamente sulla salute umana e sull’ambiente.

Un primo studio (vedi) considera gli impatti sulla salute e sull’ambiente di 15 diversi gruppi alimentari, tra cui noci, frutta, verdura, carne rossa, latticini, uova, pesce, olio d’oliva, legumi e bevande zuccherate.

Gli alimenti sono stati classificati l’uno rispetto all’altro in base al modo in cui influenzano il rischio di malattie e il pedaggio che richiedono al pianeta in termini di acqua e uso del suolo, emissioni di gas a effetto serra e impatto sull’inquinamento di acqua e suolo.

Il più delle volte, i ricercatori hanno scoperto che gli alimenti che promuovono la buona salute tendevano anche a essere migliori per il pianeta – e viceversa. Tutto considerato, anche se le noci richiedono molta acqua per essere prodotte, l’acqua è solo uno dei fattori che ha influenzato la loro classifica ambientale.

In un panorama globale, è meglio che l’acqua venga utilizzata per irrigare colture sane: “la produzione di una porzione di noci ha circa cinque volte gli effetti negativi sull’ambiente rispetto alla produzione di una porzione di verdure, secondo lo studio.” (vedi)

È molto, ma niente rispetto alle 40 volte della carne rossa, che inoltre è dannosa per la salute.

Il pesce e la carne.

L’impatto legato al pesce è piuttosto alto rispetto agli altri alimenti, ma comunque notevolmente inferiore rispetto alle carni rosse e alle carni lavorate.

D’altra parte, gli alimenti associati ai maggiori impatti ambientali negativi – carni rosse non trasformate e trasformate – sono costantemente collegati ai maggiori aumenti del rischio di malattia. Pertanto, le transizioni dietetiche verso un maggiore consumo di alimenti più sani generalmente migliorerebbero la sostenibilità ambientale.

Vi sono comunque eccezioni: sebbene gli alimenti trasformati ricchi di zuccheri danneggino la salute, possono avere impatti ambientali relativamente bassi.

Equilibrio.

Nella pianificazione della propria dieta, sarebbe necessario trovare il giusto equilibrio tra salute, gusto e ambiente. Nella produzione di carne e pesce per esempio, un’enorme differenza è data dalle modalità di produzione. Pesca a strascico e allevamenti intensivi hanno un impatto tremendo sugli ecosistemi, ma vi sono altri sistemi di pesca e allevamento meno pesanti.

Una prima analisi.

Per giungere ai dati sulle correlazioni tra dieta e salute, i ricercatori hanno esaminato 19 precedenti meta-analisi che hanno seguito milioni di persone nel tempo, principalmente nelle nazioni occidentali. Hanno usato questi dati per calcolare in che modo il consumo giornaliero di un determinato cibo possa influire sul rischio relativo di cancro del colon-retto, malattia coronarica, ictus e diabete di tipo 2, nonché sulla mortalità generale.

I dati sull’impatto ambientale del cibo sono derivati dalle analisi del ciclo produttivo, esaminando la terra, le attrezzature e le altre risorse necessarie per coltivare o allevare e produrre un alimento. Questi risultati potrebbero aiutare i consumatori, i responsabili politici e le aziende alimentari a comprendere meglio le molteplici implicazioni per la salute e l’ambiente delle scelte alimentari.

Fonti.

https://www.pnas.org/content/early/2019/10/22/1906908116

https://www.npr.org/sections/thesalt/2019/10/28/774205027/is-a-diet-thats-healthy-for-us-also-better-for-the-planet-most-of-the-time-yes?t=1573121291098