Elezioni Organi istituzionali dei Medici  Chirurghi e Odontoiatri per il quadriennio 2021 – 2024: i documenti esplicativi

di Mario Nejrotti

Non solo elezioni regionali, comunali e referendum, ma in autunno anche il quelle degli organi istituzionali degli Ordini provinciali dei medici chirurghi e odontoiatri.

Le novità di questa tornata elettorale sono molte, a partire  dal fatto che chi verrà eletto resterà in carica per quattro anni e non più per un triennio. Con questa norma si vuole dare maggiore stabilità alle amministrazioni professionali e più gestibilità per decisioni e progetti.

Oltre al Consiglio Direttivo per gli iscritti all’Albo Medici Chirurghi e a quello degli Odontoiatri, si procederà alla elezione per lo stesso quadriennio del Collegio dei Revisori dei Conti.

Le novità per assemblee elettorali, candidati ed elettori non si limitano a questo.

Infatti, ad esempio,sono eleggibili  tutti gli iscritti all’Ordine provinciale medici o odontoiatri, compresi i componenti uscenti degli organi istituzionali.

Ogni candidatura dovrà essere sottoscritta con firma autenticata.

Per le liste o i candidati singoli, però, è richiesta una maggiore rappresentatività e quindi saranno necessarie, a seconda dell’organo di rappresentanza, a cui ci si candida, alcune firme autenticate, almeno pari al numero dei componenti del Consiglio Direttivo, della Commissione Odontoiatri o del Collegio dei Revisori dei Conti.

 Sul portale   dell’ OMCeO di Torino a questo link  sono illustrate tutte le norme e le indicazioni,  che riguardano  gli appuntamenti e  le procedure elettorali per il quadriennio 2021- 2024.

Gli  Ordini poi dovranno attrezzarsi per il rispetto delle norme di distanziamento e sicurezza in epoca di rischio COVID 19, a partire dalla durata delle consultazioni elettorali,per ciascuna convocazione, dilatata rispetto al passato.

Per l’OMCeO di Torino la sede di Corso Francia 8 è adatta a creare percorsi  in sicurezza per i votanti e i componenti del seggio elettorale e il personale.

Si spera che la pandemia, che in queste settimane ha fatto registrare un incremento degli infetti, complice anche l’estate, non costringa a cambiamenti dell’ultima ora.

Photo by Element5 Digital on Unsplash