Lavorare con lentezza: stili di vita e ritmi lavorativi in Giappone per il benessere della popolazione

Un buon lavoro può fare molto per la salute, così come ambienti lavorativi e ritmi stressanti possono essere gravemente deleteri: uno studio trasversale in Giappone valuta l’associazione tra programmi di lavoro e motivazione per il cambiamento dello stile di vita dei lavoratori con sovrappeso o obesità.

Un problema globale.

Il sovrappeso e l’obesità sono in aumento in tutto il mondo e sono associati a maggiori rischi di complicanze correlate tra cui malattie cardiovascolari, diabete e alcuni tumori. Inoltre, queste condizioni aumentano la mortalità e le spese sanitarie. Pertanto, la loro gestione è fondamentale per la salute sia individuale sia pubblica (vedi).

Stili di vita.

Gli approcci possono essere di vario genere, dal chirurgico al farmacologico, ma gli interventi più efficaci sembrano essere quelli che vanno a modificare gli stili di vita dannosi.

Il sovrappeso e l’obesità sono associati a vari fattori professionali, incluso l’orario di lavoro. Attualmente, si ritiene che circa il 20% dei lavoratori in tutto il mondo sia impiegato in orari o in turni notturni. Una metanalisi che include 28 studi ha indicato che il lavoro notturno e a turni può essere associato a un aumentato rischio di sovrappeso e obesità.

Un recente studio, pubblicato su BMJ e incentrato sul Giappone, evidenzia che rispetto ai lavoratori diurni con sovrappeso o obesità, quelli coinvolti nel lavoro notturno o a turni hanno meno probabilità di essere motivati a cambiare il loro comportamento. C’era una relazione con alcuni comportamenti e stili di vita non salutari. I ricercatori concludono che, questi risultati indicano che gli orari di lavoro possono essere associati alla motivazione dei lavoratori a modificare il loro comportamento malsano, in particolare nei lavoratori notturni o a turni che svolgono lunghe ore di lavoro.

Comportamenti malsani.

I ricercatori, oltre all’associazione tra programmi di lavoro e motivazione nello scegliere uno stile di vita sano, hanno anche studiato l’associazione diretta tra orari di lavoro e vari comportamenti non salutari, vale a dire saltare la colazione, cenare immediatamente prima di coricarsi, fare spuntini dopo cena, mangiare smodatamente, bere bevande zuccherate, mangiare velocemente e non fare esercizio moderato. Questi stili di vita malsani, sono stati osservati in associazione statisticamente significative con il lavoro notturno o a turni, in particolare il saltare la colazione, il cenare immediatamente prima di coricarsi, il concedersi spuntini dopo cena e il consumo di bevande zuccherate. Pertanto, i ricercatori indicano che i lavoratori notturni o a turni con sovrappeso o obesità potrebbero richiedere attenzioni particolari. Per esempio, potrebbe essere utile la raccomandazione di buone pratiche su argomenti quali programmi alimentari, tempistica dei sonnellini e igiene del sonno.

Fonti.

https://bmjopen.bmj.com/content/10/4/e033000