Art32

LO SPORT: FATTORE DI PROMOZIONE CULTURALE, SOCIALE E DI SALUTE

bandiera italia

 

Di Nicola Ferraro

“Torino Capitale Europea dello Sport 2015” (vedi): una serie di eventi che potrebbero far tornare nella capitale del Piemonte il clima esaltante delle Olimpiadi Invernali 2006 (vedi). Un anno per fare sport, promuoverlo, studiarlo, capirlo, amarlo, evidenziando in questo percorso tutte le sue caratteristiche positive che vanno dalla promozione sociale, alla promozione culturale e della salute. Tutte le associazioni sportive daranno il loro contributo nel definire un programma di avvenimenti ricco, articolato e coerente per temi e contenuti.

In questa nota parliamo del contributo, in corso di completa elaborazione, dell’Associazione Culturale Grande Torino: un raggruppamento di fede granata il cui presidente è il Prof. Giorgio Palestro, anatomopatologo emerito dell’Università di Torino, già Preside della sua Facoltà di Medicina, già Consigliere dell’Ordine provinciale dei medici Chirurgi e Odontoiatri di Torino. Un’associazione culturale molto attenta ai rapporti, sia in chiave positiva che negativa, che legano la salute allo sport. Perché la pratica sportiva può essere anche un fattore di pericolo per la salute: basti pensare al doping, all’agonismo mal gestito soprattutto nei bambini e nei ragazzi, ai pericoli che possono derivare all’organismo dalla pratica sportiva votata soltanto al risultato o, peggio, al record.

Il Prof. Palestro ha inviato questa nota in redazione per fare il punto sull’impegno dell’associazione culturale che presiede per “Torino 2015”. “L’iniziativa di allestire quattro convegni su temi sportivi in occasione della celebrazione dell’evento che vede Torino alla ribalta dello sport in Europa nasce lo scorso 29 aprile in occasione del convegno tenuto dall’Associazione Culturale Grande Torino presso l’Aula Magna del CTO (vedi). In quell’occasione, l’Assessore allo sport del Comune, ing. Stefano Gallo, presente all’inaugurazione, ci invitò a organizzare qualche convegno su temi sportivi diversi per celebrare l’evento torinese sullo sport. Così, nel contesto dell’Associazione e con il contributo di ToroMio, Toro News e dell’Associazione Oasi di don Aldo Rabino, individuammo quattro temi sui quali costruire altrettanti convegni.

Aprirà la serie, il 14 marzo p.v. il tema dedicato allo sport e ai giovani, con una formula nuova rispetto a quella trattata lo scorso aprile (VEDI LOCANDINA): un evento tra l’altro che viene ospitato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Torino nella sua sede di C.so Francia 8.

 

Il secondo, che si terrà in maggio, sarà dedicato al significato e all’importanza storica degli Oratori nella formazione umana, morale e sportiva dei giovani; il terzo incontro, previsto per ottobre, riguarderà i modelli di partecipazione esterna nella gestione di alcuni grandi club calcistici europei e non solo: come quello del Bayern di Monaco, del Manchester United, del Barcellona e del River Plate argentino. Infine, l’ultimo incontro, che si terrà in dicembre, sarà incentrato sugli eventi sportivi di vario tipo che hanno visto Torino come sede di inaugurazione e sviluppo dall’inizio del secolo scorso. Gli ultimi due incontri saranno corredati da video con interviste di personaggi, utili a comprendere meglio il senso del tema trattato, utilizzando anche immagini di repertorio, soprattutto per l’ultimo incontro” (VEDI).