Medicina personalizzata in oncologia

Di Luca Mario Nejrotti

I grandi progressi della medicina personalizzata in oncologia sono ancora poco conosciuti: Cittadinanzattiva ha proposto un “Manifesto sul diritto alla medicina personalizzata”

L’importanza dell’approccio personalizzato.

In ambito oncologico negli ultimi anni si sta vivendo una straordinaria evoluzione:  l’approccio genomico alla malattia sta portando a grandi progressi terapeutici. Se anche l’interesse scientifico è molto alto, per il momento, il diritto di accesso all’innovazione ed alla personalizzazione delle cure non appare altrettanto sviluppato.

Per questa ragione, Cittadinanzattiva (vedi) ha sviluppato una nuova progettualità sul tema, finalizzata alla redazione di un “Manifesto sul diritto alla medicina personalizzata” con l’obiettivo principale di “fornire un’informazione corretta e creare una consapevolezza diffusa relativa ai diritti connessi alla medicina personalizzata, all’innovazione ed all’accesso alle cure più idonee ed eque sul territorio”.

“Cittadinanzattiva è da sempre impegnata nella tutela del diritto alla salute. La tutela è nella sua mission ed è finalizzata a promuovere l’empowerment dei cittadini e contribuire al mantenimento di un Servizio Sanitario Nazionale equo e accessibile”. Partendo dalla Carta Europea dei Diritti del Malato che sancisce il

il Diritto all’innovazione e al trattamento personalizzato, Cittadinanzattiva ha prodotto un Manifesto con un focus precipuo sulle patologie oncologiche (vedi).

Il diritto al trattamento personalizzato.

Nel Manifesto viene valorizzato il concetto che ogni individuo è unico, con una propria e peculiare storia clinica influenzata sia dallo stile di vita sia dall’ambiente; inoltre, in alcuni casi può essere affetto da più patologie che lo costringono ad assumere diverse terapie. Si tratta di numerose variabili da tenere in conto per poter garantire una terapia personalizzata che sia efficace, poiché l’efficacia della terapia può essere influenzata da ognuno di questi fattori, sia in negativo, sia in positivo.

L’innovazione.

L’innovazione medica in campo oncologico fa enormi e rapidi progressi e mette a disposizione dei pazienti terapie e tecniche diagnostiche impensabili fino a poco tempo fa. Per esempio, è ora possibile analizzare alcune caratteristiche molecolari del paziente e della sua malattia per individuare il bersaglio di specifiche terapie antitumorali. I bersagli verso cui indirizzare la terapia mirata possono essere individuati con diverse tecnologie: tradizionali e più innovative. Tra le più innovative vi è la NGS (Next Generation Sequencing, vedi), una metodica computazionale che consente di individuare efficacemente e rapidamente le specifiche alterazioni molecolari su cui scegliere i farmaci mirati. A oggi l’accesso a questi metodi diagnostici e alle cure che da essi dipendono, non è uniforme tra le regioni e i farmaci che colpiscono le singole mutazioni possono essere già disponibili e rimborsati oppure disponibili, ma non registrati per la specifica indicazione o in fase di sperimentazione clinica,  limitando di fatto l’accessibilità alle terapie mirate. Ciò solleva questioni di carattere etico e impone di continuare a sforzarsi (alcuni sistemi sono già in opera, come l’“uso compassionevole” di un medicinale sottoposto a sperimentazione clinica, al di fuori della sperimentazione stessa) per colmare il vuoto di carattere regolatorio a oggi presente.

Qualità della vita.

Nel Manifesto vi è anche un punto interessante sulla qualità della vita del paziente: poiché ogni individuo è unico, occorre avere un’attenzione particolare riguardo alla qualità di vita del singolo paziente nel percorso della cura oncologica, ponendo al centro non solo la cura del tumore,  ma il paziente stesso, il suo benessere psicofisico ed il benessere di coloro che lo assistono. Nel testo si fa riferimento agli eventi avversi spesso correlati alle terapie oncologiche, che potrebbero essere ridotti dall’approccio personalizzato; ma vi è anche un invito a considerare i cambiamenti nella vita del paziente, spesso molto rilevanti. Un trattamento mirato potrebbe ridurre al minimo indispensabile l’impatto della malattia e della cura sulla vita del paziente.

Fonti.

https://www.cittadinanzattiva.it/progetti-e-campagne/salute/12809-il-manifesto-sul-diritto-alla-medicina-personalizzata.html

https://it.wikipedia.org/wiki/Next_Generation_Sequencing

https://www.cittadinanzattiva.it/files/progetti/salute/MEDICINA_PERSONALIZZATA_MANIFESTO.pdf